Tag Archives: diliberto

Conflitto d’interessi 1

6 Mag

Alcuni esponenti della sinistra “di lotta madi governo” parlano di escludere dal pieno accesso ai diritti politici tutti quelli che possiedono un patrimonio superiore ai 15 milioni di Euro.
L’incostituzionalità di una così eclatante discriminazione è probabile, se non certa.
Ma chi sarebbe escluso dalla possibilità di partecipare al governo del nostro paese?

Ad esempio hanno attività patrimoniali i fortunati proprietari di:
un albergo a quattro stelle con 80 camere in Sardegna
o a 3 stelle nel centro di Roma
una fattoria in Toscana completamente da ristrutturare
un palazzetto del ‘500 perfettamente restaurato dalle parti di Siena
un palazzetto in centro a Milano.

Come anche 4-5 capannoni industriali in lombardia, un oleificio in Puglia o una viticoltura in Emilia, oppure una delle tante tenute agroboschive del Piemonte o della Calabria.
Praticamente dovrà liberarsi delle proprie attività qualunque italiano che abbia le capacità di realizzare o gestire, dopo un’eredità, qualunque qualcosa che non sia una piccola azienda.

E, magari diranno alcuni, alle comunali includeremo anche le ville di prestigio, gli appartamenti in centro o la casa per i figli.

Non sono un “possidente” e sono lo stesso senza parole.
Solo un quesito: quale beneficio ne trarrebbe la nostra democrazia?