Tag Archives: Demetrio Stratos

In ricordo di Demetrio Stratos

22 Apr

Demetrio Stratos (Eustratios Demetriou) nasceva il 22 aprile 1945 ad Alessandria d’Egitto da una famiglia di origine greca.

Tredici anni di vita li trascorse nella città multietnica, studiando pianoforte e fisarmonica al prestigioso Conservatoire National d’Athènes (Conservatorio) ed, essendo di famiglia ortodossa, fin da piccolo poté assistere alla musica religiosa bizantina, oltre che alla musica araba tradizionale.

Nel 1962 si trasferì a Milano dove si iscrisse al Politecnico di Milano e nel 1966 si unì al gruppo beat de I Ribelli come pianista e voce solista.
Nel 1972, sotto la produzione di Gianni Sassi della Cramps Records, Demetrio Stratos fonda con Patrizio Fariselli, Paolo Tofani, Giulio Capiozzo e Jean Patrick Djivas fonda il gruppo pop degli Area, anima ed espressione del movimento giovanile di quegli anni.

Dopo l’abbandono di Tofani ed il frazionamento della band, nel 1978, Demetrio Stratos si dedica esclusivamente alla ricerca vocale, collaborando con John Cage e Merce Cunningham nello storica piece “Event” che ebbe la collaborazione di Andy Warhol per i costumi.
Purtroppo, colto da una forma di anemia aplastica, morirà dopo pochi mesi  (13 giugno 1979) al Memorial Hospital di New York, all’età di soli 34 anni e lasciando una moglie ed una bambina.

Grazie alle già notevoli capacità naturali e alle tecniche acquisite nei suoi studi della “voce come strumento” Demetrio raggiunse risultati al limite delle capacità umane, che rimangono ancora ineguagliati.

Stratos poteva vocalizzare 4 suoni contemporaneamente (quadrifonie) e nella sua massima esibizione raggiunse i 7000 Hz (un “normale” tenore può arrivare mediamente i 523 Hz, mentre un soprano – quindi una donna – può raggiungere i 1046 Hz).

Nonostante sia stato uno degli maggiori artisti italiani ed europei del secolo scorso, a tutt’oggi, Demetrio Stratos è pressochè ignorato e dimenticato.
Non una via, non una piazza, non un edificio pubblico.