Tag Archives: Bush

Salvate Sayed Perwez Kambaksh!

1 Feb

Perwez
Un  giornalista afgano, Sayed Perwez Kambaksh, è stato condannato a morte per blasfemia.
Il giovane 23enne è colpevole di aver distribuito all’università di Balkh un articolo, scaricato da Internet, “irrispettoso dell’Islam”.

La mancanza di rispetto, contenuta nel testo e meritevole di morte, consiste nell’affermazione che le parole del profeta Maometto sono travisate da coloro che affermano che il Corano giustifica la sottomissione delle donne.

L’articolo, scaricato e diffuso dal Kambaksh, è altrettanto liberamente diffuso in numerosi Stati Islamici.

The Indipendent ha lanciato una petizione internazionale.

Vogliamo abbandonare Kambaksh, l’Afganistan e Karzai ai ricatti di invasati, assassini e predatori solo perchè l’invasione l’ha fatta Bush?

Obama e l’Irak

29 Gen

Giorg’ Dabliù Bush è un vero danno per l’Umanità quando apre bocca, ma si dice che sia un problema di drink.

Adesso, c’è Obama ed il ritiro dall’Irak.
“Obama inizierà subito a ritirare truppe dall’Irak, al ritmo di una o due brigate combattenti al mese, ovvero da 4000 a 10000 uomini ogni mese, in modo da avere tutti i reparti combattenti fuori dall’Irak entro giugno 2010.
L’intenzione è di rafforzare i confini dell’Irak,  bloccare le ingerenze degli Stati vicini, isolare Al Quaeda, sostenere la riconciliazione tra i gruppi etnici, fornire il supporto finanziario per la ricostruzione.
Lasceremo solo i soldati necessari alla protezione dei corpi diplomatici “. (Barak Obama)

Sarebbe da chiarire subito se il supporto finanziario si chiami “mutui e commesse”, come quelli che Dick Cheney conosce molto bene.
E subito dopo sarebbe utile sapere quali “metodi” utilizzeranno le Agenzie (CIA e NSA) per bloccare le ingerenze ed isolare Al Quaeda, senza a loro stesse impicciarsi negli affari altrui e soprattutto senza demagoghi insediati in nome della democrazia.

Forse, il giovane presidente corre un pò troppo in questo mondo contorto.

“Saranno le Nazioni Unite a giocare un ruolo centrale fino a quando l’Irak deciderà autonomamente sul proprio federalismo e sui ricavi del petrolio”.

Non oso immaginare Russia e Cina invitate alla “mensa irakena” dove già si nutrono le Sette Sorelle, le holding del soccorso umanitario, diverse fazioni militari eccetera.

Obama è abbastanza ambizioso per la Casa Bianca o la politica internazionale è una cosa troppo ambiziosa per lui?