Luna, quel che abbiamo dimenticato

19 Lug

Non si può avere idea oggi di cosa sia stato allora.

66855623_10220090704282981_3020348528716152832_n

Prima dell’orma di Louis Armostrong,  “volere la Luna” era come dichiararsi pazzo alla stregua di Ariosto e da allora in poi “volere la luna” … ce lo siamo ritrovato nelle orazioni e nelle manifestazioni sociali come fosse un diritto universale.

Tutta colpa di quel giovanotto irlandese che al Rice Stadium di Houston, in Texas, il 12 settembre 1962 annunciò alla folla sbalordita che sarebbero andati sulla Luna: si chiamava John Fitzgerald Kennedy ed era un liberale.

We choose to go to the Moon! We choose to go to the Moon…We choose to go to the Moon in this decade and do the other things, not because they are easy, but because they are hard; because that goal will serve to organize and measure the best of our energies and skills, because that challenge is one that we are willing to accept, one we are unwilling to postpone, and one we intend to win, and the others, too.”

Demata

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: