Ho visto Renzi rimpiangere Prodi (ma noi no)

19 Set

Ieri sera, su La7, nel salotto buono di Lilly Gruber, c’era Matteo Renzi.
Stando il Milan di Berlusconi arrancando contro un’ordinaria squadra olandese e rubando il tempo alla serie preferita da mia moglie, in programmazione 20 minuti dopo, mi sono regalato 15 minuti di ‘futuro’.

Tra un ammiccamento, una battuta e qualche obiezione dall’ospite in sala, i concetti espressi sono stati ahimé pochi ed ahimé chiari.

  1. La Sinistra vuole un mondo migliore e cosa voglia la Destra s’è ben guardato di dircelo, nonostante la domanda diretta della conduttrice.
  2. Il programma di chi vince le Primarie deve essere vincolante per tutti, inclusi gli alleati come SEL, UDC e IDV.
  3. Il programma consiste nel non arretrare sulla riforma Fornero delle pensioni, continuare il lavoro di Mario Monti, rivoluzionare la scuola, varare un governo per metà composto da donne.
  4. D’Alema ha sbagliato, bisogna ritornare al Governo Prodi delle riforme, dell’Ulivo e del consociativismo.

Tutto qui.

Va da se che tutti i partiti promettano un mondo migliore, che l’imposizione del Programma confligge con un sistema repubblicano parlamentare, che del suo lavoro neanche Mario Monti ne parli più da due mesi, visti i disastri e le iniquità, che l’Ulivismo era un’idea malmessa già alle origini visto che due volte due è caduta per tensioni interne. Il voto delle donne non si compra promettendo poltrone e potere, ma garantendo diritti, opportunità e tutele; almeno così è stato finora.

Incuriosito da tanta ingenuità da parte di un personaggio così quotato, ho pensato di consultare il web per scoprire cosa ha realizzato finora Matteo Renzi. E non ho trovato molto.

Qualche scandalo per spese di ‘rappresentanza istituzionale’, tra cui ristoranti di lusso, vacanze, viaggi anche all’estero con giornalisti al seguito, bar ed enoteche, costosi  alberghi, spot in tv e sui giornali. Una condanna in primo grado della Corte dei Conti.

Da quando è sindaco di Firenze i suoi goal sembrano essere in gran parte sulla mobilità, rendendo però Firenze semi-inaccessibile alle autovetture che arrivino da altrove: una soluzione facile e sempliciotta, inattuabile al di fuori di quel grande luna park d’epoca cui hanno ridotto la bella cittadina sull’Arno, mentre il taglio dei costi ‘della politica’ ha significato anche il downgrade di diversi servizi da istituzionali a esternalizzati. Coop e onlus ringraziano.

Oltre alla cena con Silvio Berlusconi ad Arcore, la sua notorietà è dovuta alle tante iniziative politiche (e schierate) che ha attuato o cui ha partecipato da quando è sindaco di Firenze ed i sindaci, come la città, sono ‘di tutti’, mentre il partito, la fazione, son solo di alcuni.

Arriva dal mondo del marketing e si vede, ma l’Italia non è una cittadina di 350.000 abitanti e governarla con i soldi dei cittadini è qualcosa di più complesso ed impegnativo di una spuntatura di proposte ‘alla Cinque Stelle’, potendo contare su sponsor propri per mantenere alto il consenso.

Specialmente se c’è da dar funzionare Roma, la città eterna capitale di troppe anime diverse, e  da far qualcosa nel Meridione, dove le sommosse (Monnezzopoli, Forconi, ILVA, miniere, braccianti eccetera) sono ormai quasi un dato endemico. Luoghi dove, tra l’altro, ‘toscano’ o ‘piemontese’ suonano ancora oggi come ‘invasore’ e ‘spoliatore’.
E specialmente se c’è da risollevare la produzione e la produttività, che non sono certamente quel Made in Italy ‘virale’ della colonia cinese tosco-marchigiana, che tanto guadagno sta portando agli imprenditori del posto quanto impoverimento sta preordinando per il futuro italiano, mentre il turismo ormai langue e  poco aggiunge al benessere dell’Italia, visto che la maggior parte dei turisti son canalizzati da sempre a Firenze, Rimini e la Città del Vaticano per 3 giorni o poco più di antichità e solleone.

originale postato su demata

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: