Passera esulta, gli italiani no

22 Gen

I dati ISTAT e non solo ci raccontano, da decenni, che gli sprechi sono tutti insiti nel sistema di governance che abbiamo, sia per come viene selezionata la classe politica e l’alta dirigenza, sia per la poca attualità e funzionaità delle nostre norme, specie in sede procedurale.
Come ci raccontano, da anni e decenni, che esistono alcuni settori della società con una discreta propensione all’evesione fiscale e/o al mantenimento di posizioni di privilegio.

.

.

Finora, il governo Monti è intervenuto su lavoratori precoci, invalidi, tassisti, avvocati, notai e farmacisti.
Difficile credere che, con buona pace dei notai, siano costoro i privilegiati.

La cosa prende una piega davvero sinistra, se andiamo a chiederci se vorremmo essere seguiti in una causa giudiziaria da un tirocinante che non ha sostenuto neanche un esame di procedura.
Come c’è da chiedersi perchè non si garantiscano, negli stessi provvedimenti, le necessarie tutele sia per gli invalidi ed i disoccupati, se parliamo di welfare, sia per i consumatori, nel caso di tassisti e avvocati.

Intanto, le liberalizzazioni che contano “per noi cittadini” non arrivano.

Parliamo dei vaucher per il sistema di istruzione, del libero ricorso a sistemi di previdenza privati, della libertà per Regioni e Comuni di edificare stadi e porticcioli, della competitività del sistema sanitario.
Come tutto tace sul fronte delle concessioni demaniali, del patrimonio immobiliare pubblico, della riduzione dei costi della politica e dello “spoil system”, del ripristino dei reati di falso in bilancio e falsa fatturazione.

Tutto chiaro, alla luce del sole e sotto gli occhi di tutti, eppure Angelino Alfano e Pierluigi Bersani quasi sbraitano in televisione il loro fermo sostegno a questa mattanza.

Resta solo da chiedersi come farà mai il ministro dello Sviluppo sulle liberalizzazioni, Corrado passera, a raccontarci che “in due mesi fatto ciò che non era stato fatto in due decenni. Tracciato il cammino per una crescita strutturale. Venerdì è stata una bella giornata, per il governo e per l’Italia” …

Leggi anche Corrado Passera, una biografia non autorizzata

originale postato su demata

Una Risposta to “Passera esulta, gli italiani no”

  1. g.c. aprile 15, 2012 a 2:14 am #

    Dai banchieri alle societa finanzirie,solo rapine legalizzate.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: