Salma Hayek: perchè la Legion d’Onore?

4 Gen

Salma Hayek, nota attrice messicana, è stata insignita della Legion d’Onore francese e, doverosamente, ci si chiede quali meriti abbia o come abbia servito la Francia, visto che si tratta di un’onoreficenza militare.

A scatenarsi non sono solo gli internauti francofoni – le nuove nomine “farebbero rigirare Napoleone nella tomba” – ma anche la stampa d’Oltremanica, sempre attenta alle boutade della vicina Francia.
D’altra parte, l’ex ministro Henri Torre ha addirittura rifiutato l’onorificenza: “Oramai è svalutata”.

Fatto sta che Salma Hayek (al secolo Salma Valgarma Hayek Jiménez-Pinault) abbia sposato il figlio (ed erede) di François Pinault, un imprenditore multimiliardario francese che possiede i marchi e controlla la distribuzione di Gucci, Yves Saint Laurent, Sergio Rossi, Boucheron, Bottega Veneta, Bédat & Co, Alexander McQueen, Stella McCartney, Balenciaga, La Redoute, Ellos, Empire, Brylane, Cyrillus, Vertbaudet, Somewhere, Daxon, Edmée, Celaia, La Maison de Valérie, Josefssons, Metrostyle, Chadwick’s of Boston, Jessica London, Brylane, Kingsize, Fnac, CFAO, DOM-TOM, Puma, Volcom, Brioni Roman Style, Artemis S.A. e, giusto per non farsi mancar nulla …. la casa d’aste Christie’s.

Niente paura, la Legiòn d’Honor ha visto di peggio, come la nomina di Stone & Charden, duo musicale degli Anni ’60, un vero e proprio “florilegio” secondo qualcuno, e  non a caso c’è chi si chiede se non si debba dare l’onoreficenza anche a Tintin e Milou, come in un commento su L’Express

E, forse, vista la fine che ha fatto la Legion d’Onore, più che della crisi dell’Euro, sarebbe ora di mettersi a discutere del declino dell’Europa, dei propri valori e della propria identità.

Napoleone si sta rivoltando nella tomba e da tempo, ormai ….

A proposito di figuracce, ritorniamo a Salma Hayek e prendiamo atto di come la nota testata “USA Today” riporti che l’attrice,  impegnata da anni in campagne contro la violenza e la discriminazione, avrebbe, nel febbraio 2006,  donato la “folle somma” di 25.000 dollari a Coatzacoalcos, sua città natale, e di “ben” 50.000 dollari a Monterrey, che non è affatto un piccolo centro, per combattere la violenza contro le donne …

originale postato su demata

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: