Cariche incompatibili, la Lega c’è

22 Dic

Marco Azzolini e Vincenzo Nespoli sono sindaci di centro-destra a Molfetta e Afragola, comuni al di sopra dei 20.000 abitanti, e senatori della Repubblica.

Un incarico oneroso, quello del Senato, dove l’assenza di due parlamentari può comportare il successo o l’insuccesso di una proposta di legge. Un incarico oneroso, quello di sindaco, visto che parliamo di comuni di 60.000 abitanti con attività agroalimentari ed industriali di rilievo e con, ahimé, una notoria presenza mafiosa sul territorio.

Finalmente, dopo 3 anni dall’inizio della legislatura, arriva al voto in Senato la questione dell’incompatibilità tra le due cariche, che la Corte Costituzionale ha già sentenziato. Ed il tutto accade proprio mentre l’Italia borbotta sempre più verso un governo che appare “solo del Presidente” e verso un Parlamento che rema contro tutto e tutti.

Serviva un segno di cambiamento? Un segnale di buon senso, mica di “resa”, da parte della Casta? Specialmente dopo che le pensioni di magistrati e professionisti son rimaste fuori dal “pacchetto Fornero”?

Bene, non c’è stato.

Il Partito Democratico del timido Bersani e l’Italia dei Valori del roboante Di Pietro sono uscite dall’assise, il PdL del Berlusconi “ad personam” ha votato come sempre e la Lega anche, giusto per chiarire da che parte stia.

Sono note le preoccupazioni di francesi e tedeschi per il proprio benessere, inesorabilmente legato alla stabilità dell’Italia, ma è davvero difficile pensare che questo Parlamento riesca ad arrivare al termine “naturale” della legislatura, mettendo, tra l’altro, i conti a posto “a senso unico”, visto che la Casta non ci sta, e con i cittadini e la società civile sempre più attoniti od inferociti, a seconda dei gusti.

Qui ci vuole un “Piano B” …

originale postato su demata

2 Risposte a “Cariche incompatibili, la Lega c’è”

  1. itagliano dicembre 23, 2011 a 12:47 PM #

    Lei è disinformato, – I Leghisti Dussin e Pirovano (mi sembra) si sono dimessi da onorevoli per seguire i propri comuni e provincia.

    Le ricordo inoltre che gli onorevoli della LEGA hanno chiesto di rinunciare al vitalizio da parlamentare ma qualcuno le ha detto che non è possibile per come è formulata la Legge.

    S’informi prima di sparare ad altezza uomo

    • demata dicembre 29, 2011 a 3:56 PM #

      Io ho scritto “il PdL del Berlusconi “ad personam” ha votato come sempre e la Lega anche, giusto per chiarire da che parte stia”.
      Tutto qui ed è la realtà del voto parlamentare, numero su numero, scheda su scheda.

      Se questo è sparare ad alzo zero, come lo chiama lei …

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: