Jiegu, un sisma tibetano in Cina

18 Apr

Om Mani Padme Hum Yushu Tibet.
Jiegu (Cina Popolare), le immagini del New York Times mostrano monaci buddisti in piedi sui resti di una scuola, mentre cercano di spostare lastre di cemento con le mani nude. Tutt'intorno i roghi bruciano per gran parte del giorno, centinaia di persone in lutto si raccolgono sulla collina.  Di polizia e funzionari pubblici non se ne vede uno, solo quando qualche grido annuncia che un corpo stato notato tra le macerie, accorrono sotto l'occhio di una videocamera ed estraggono rapidamente il cadavere.


"Siamo qui per salvare vite umane e non vedrete telecamere, mentre stiamo lavorando", ricorda uno dei monaci, Ga Tsai, che con 200 altre persone è partito da un monastero tibetano nella provincia del Sichuan non appena saputo del terremoto, che aveva raso al suolo la città di Jiegu a 3.000 metri sul mare e di prevalente etnia tibetana, uccidendo almeno 1.400 persone.

(visita
la galleria
immagini del NYT)

Già dalle prime ore successive al sisma, le tonache rosse dei monaci, a migliaia, hanno iniziato a scendere in città dai vari monasteri della zona, salvando centinaia di persone bloccate sotto le macerie, ben prima che arrivassero i soccorsi governativi.

Jiegu Monastery Yushu Tibet.
(monaci nel monastero buddista di Jiegu)

I media ufficiali diffondono storie di tibetani che esprimono gratitudine per il cibo o le tende, ma nonostante i segnali esteriori di generosità del governo e di unità etnica, il terremoto ha messo in luce le storiche tensioni tra gli irriducibili tibetani ed i cinesi imperialisti.

Prayer wheels Yushu Tibet.

(ruote della preghiera nel monastero buddista di Jiegu)

Il
Dalai Lama, il leader tibetano che non ha mette piede in Cina dal 1959,
ha presentato una richiesta formale per visitare la zona del disastro, che
sarà sicuramente negata, mentre l'UNESCO tace, nonostante nella zona di Jiegu la presenza buddista, oltre che tibetana, sia significativa anche in termini architettonici e culturali.

Buddhists walk around YushuTibet.

(passeggiata intorno il Jiana Mani  di Jiegu)

(le foto sono tratte dal Neil Wade's Photography Blog)

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: