El Cartel de Santa Muerte

15 Apr
Cinquecento anni fa, Città del Messico, allora conosciuta come Tenochtitlán, era una cittadella su un'isola di calcare bianco, contornata da piazze, templi e strade rialzate che coronavano vasto lago di Texcoco. Con una popolazione di circa 300.000, era una delle più grandi città della terra, quando i soldati spagnoli scoprirono la capitale azteca ed, in nome di Dio, ne fecero man bassa.

Il centro cerimoniale della città era situato dove è oggi il centro storico, El Barrio Bravo ("Il quartiere selvaggio"), dove si possono vedere gli ultimi resti della grande città bianca: pochi metri quadrati di rovine accanto alla cattedrale, costruita con le pietre delle piramidi smantellate. Un tempo, in quel luogo sorgeva un tempio dedicato a Mictecacihuatl, la regina degli Inferi, Dea della Morte. Il culto fu  costretto alla clandestinità da parte dell'Inquisizione per secoli, ma, oggi,  il culto della Santa Muerte è in forte crescita tra le popolazioni messicane.

Santa muerte

Anche se i più noti Narcos messicani sono tra i primi devoti della "santa", come lo sono di Jesus Valverde il "santo dei trafficanti", la diffusione del culto è piuttosto vasta e, da alcuni anni, ha iniziato a prendere piede  tra i Cattolici in USA come in Europa. A titolo di esempio, il solo sito photobucket.com contiene, per ora, oltre 4.000 immagini dedicate e solo a Los Angeles esistono ben 15 centri di culto registrati.
 

Viviamo in una società senza "miracoli e prodigi", "senza futuro ed dignità", senza "familiari ed amici", senza "azione e partecipazione": c'è da meravigliarsi se, in gran parte, i "convertiti" sono cattolici, sia dei ceti popolari sia intellettuali?

"Especial dedicacion a mi santa muerte por protegerme y proteger a toda mi gente, por ser justa entre las justas por dejarme seguir vivo, por darme la fuerza para castigar al enemigo, por la vendicion a mi fierro pulso sertero y por poner a mi lado una jauria de fieles perros. No tengo miedo a brincarme ya de aqui cuando usted me invite nos vamos por ahi no tengo miedo a brincarme ya de aqui cuando usted me invite nos vamos por ahi." (Cartel de Santa Muerte)

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: