La giustizia (anti)sportiva

7 Dic

Il calcio continua a vivere i suoi momenti di follia metropolitana ed istituzionale.


Infatti, mentre si predispone una legge sugli stadi anche in vista dell’eventuale organizzazione dell’Europeo 2012, continuano a Torino, i "cori insultanti ed costituenti espressione di
discriminazione razziale" contro due giocatori
dell'Inter, mentre sul campo s'assisteva ad una specie di rissa senza che l'arbitro addivenisse a qualcosa.

E mentre il Presidente della SSC Napoli, Aurelio De Laurentis, annuncia
la fattibilità di una ristrutturazione dello Stadio San Paolo, vecchio
di 50 anni, i petardoni ed i disordini delle
tifoserie romaniste e laziali sono costati un ammenda di 40.000 euro per ambedue le società, nonostante la partita si sia dovuta interrompere per 8
minuti e che si fosse in Mondovisione.

Non è finita qui: mentre la giustizia calcistica emette le sue blande sentenze, arriva il comunicato dei Segretari provinciali della Consap di Roma, Francesco Paolo Russo e
Giulio Incoronato, che ricordano come «la spalmatura per valorizzare i
diritti televisivi
da anni va ad appesantire le attività di controllo
dell'ordine pubblico, costringendo i colleghi a circa 15 ore di
servizio ininterrotto, in uno scenario che, complici le tenebre,
favorisce le attività di guerriglia degli ultras violenti
».

«Ci
chiediamo se qualcuno si sia accorto che non è più un
goliardico scontro di sfottò tra opposte tifoserie, bensì una caccia
alle streghe verso poliziotti e carabinieri
che per un "tozzo di pane"
sono costretti a ingaggiare vere e proprie battaglie coi soliti
facinorosi che allo stadio non dovrebbero starci, gli stessi personaggi
che lo scorso anno con uno scellerato patto di guerra ha incendiato e
distrutto proprietà dello Stato tenendo in ostaggio il reparto volanti
di Roma ed una caserma dei carabinieri».

Chissà come andrebbe, se il Giudice Sportivo applicasse per intero il regolamento e, squalificando qualche stadio per qualche tempo, offrisse agli Ultrà qualcosa su cui recriminare?

Magari, eviteremmo anche qualche reato?

2 Risposte a “La giustizia (anti)sportiva”

  1. demata dicembre 9, 2009 a 7:02 PM #

    x Pier Appunto e per questo motivo, dico io, si ferma la partita appena scoppiano dei tafferugli o esplodono dei petardi.
    Regola facile facile.

  2. Pier dicembre 9, 2009 a 4:39 PM #

    E’ il solito problema ! le Leggi ci sono, anche troppe in verità, ma manca la volontà di applicarle o le si applica solo quando e se fa comodo !
    Obbligatorietà dell’azione penale ma solo e se…..
    Pier

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: