Giovanna Reggiani, una martire italiana

22 Feb

Giovanna Reggiani fu rapita all’uscita della metro di Tor di Quinto e poi seviziata martedì 30 ottobre 2007 a Roma ed abbandonata morente in un fosso.
Alle 19.34 del 1 novembre 2007 le venne staccata l’apparecchiatura che la teneva in vita.

La sera del 31 ottobre alle 20,30 si era giocato il derby Roma-Lazio con la fascia di lutto a braccio , mentre la signora Reggiani era ancora viva.
La richiesta era partita dal Sindaco di Roma Walter Veltroni.

E va bene che l’esposizione mediatica di un derby romano è tanta, ma potevano almeno attendere che morisse.

3 Risposte to “Giovanna Reggiani, una martire italiana”

  1. luigi febbraio 22, 2008 a 7:15 pm #

    Non capisco la connessione poitica nésostanziale. Veltroni, non so se abbia o possa autorizzare o meno partite di calcio.In ogni caso cosa vuol dire?
    luigi

  2. demata febbraio 22, 2008 a 7:58 pm #

    Luigi, Veltroni aveva chiesto alle squadre di giocare con il lutto al braccio mentre la Reggiani era ancora viva.
    Almeno così pare.

  3. luigi febbraio 22, 2008 a 10:52 pm #

    Ah! ecco che adesso capisco.Scusami.sono stato poco attento

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: