Un anno di blog

5 Feb

Un anno fa iniziavo questo blog, ricordando l’insegnamento di Tocqueville: “l’esperienza mostra che il momento più pericoloso per un cattivo governo è in genere proprio quando sta cominciando ad emendarsi.”

Ed, infatti, oggi accede che la Legislatura cada proprio mentre, da una rissosa ed inconcludente coalizione, inizia ad emergere il progetto del Partito Democratico.

Vi ripropongo il testo ancora “attuale”.

“Come volevasi dimostrare, l’Italia è ferma.  L’avverbio (di nuovo, ancora, come al solito, purtroppo, …) è a scelta del  cittadino.
E, come al solito, abbiamo cambiato tutto per non cambiare nulla.

A destra e a manca vediamo ultracinquantenni (quando va bene) ancora assorbiti  dai postumi della Guerra Fredda, rissosi e senza soluzioni per chi, come metà degli Italiani, è nato dopo.
Sarebbe il caso di passare la mano ai giovani degli Anni ’80.
E sarebbe già accaduto, se ve ne fossero a sufficienza nelle sedi di partito. Il fatto è che gran parte degli odierni under50, esclusi fin da giovani dall’odierno Jurassic Park, si sono dedicati a cose diverse dalla politica.

Funzionari, professionisti, imprenditori, creativi, gente comune e tanti all’estero. Tanti, tantissimi italiani che lavorano ormai da 20-30 anni, che conoscono le problematiche reali e che sanno cosa va fatto per migliorare le cose.   E se trascorrono altri 10 anni,
passeremo direttamente dal Jurassic Park a Disneyland e McDonald.”

2 Risposte to “Un anno di blog”

  1. Stefano febbraio 6, 2008 a 11:16 am #

    Son convintissimo di quel che tu dici che niente è stato fatto e che c’è bisogno di rinnovare tutto il sistema… ma siamo sicuri che la soluzione sia la grande Koalizion?? Per di più con due esponenti che tutto hanno fuorchè di nuovo, non sanno minimamente i bisogni del paese e non hanno una ricetta pratica (tra il Veltrone temporeggiatore e l’onnipotente/egoistico Berlusconi). No, se cade la casta vedrai poi i giovani che si affacciano… motivati e liberi di poter finalmente costruire un mondo migliore

  2. demata febbraio 6, 2008 a 11:54 am #

    Non sono convintissimo della Grosse K ma ci vogliono 2/3 del Parlamento.
    Se non la Grosse un’altra.
    Con i giovani ci lavoro: bravi ragazzi, ma usciti dalle scuole degli Anni ’80 … dove li mettiamo?
    Grazie per la visita.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: