Comandante Che Guevara, detto l’ Ernesto

4 Ott

Ernesto Guevara, medico argentino, morì 40 anni fa.

Fu un goliardo fuori corso, un maldestro terrorista, un uomo che scrisse con la sua vita il testo del suo ideale politico?
Partiamo da quest’ultima, che è l’ipotesi più accreditata.

La storia ci racconta, innanzitutto, che El Che non fece molto come sanitario, nonostante sui “campi di battaglia” e tra i “diseredati della terra” ce ne sia sempre ampio bisogno. Come dire che se era quello che vogliono farci credere, sarebbe passato alla storia come il fondatore di Medici senza Frontiere, punto.
Gino Spada, sarà controverso, ma di certo è Gino Spada; El Che delle icone non è Ernesto Guevara.

Ernesto è quello della motocicletta: goliardo e terrorista.Un uomo che non espresse un ideal, in effetti, ma uno “stile di vita”, come James Dean o Jim Morrison suoi coevi, ammesso che esistesse qualcosa oltre la necessità “fisica” di vivere nei Media, nella Storia.

La fortuna di el Che, quello dei media, furono due immagini, quella arcinota col basco e la stella e l’altra nell’obitorio, che lo ricollocano pari pari nell’iconografia del Cristo sofferente in croce.
A dire il vero, esistono analoghe immagini di Fidel, con basco e stella, ma lui somiglia a quelle rappresentazioni di Mosè o Abramo verso la terra promessa. E non è morto da eroe.
Il resto lo fece la stampa in quadricromia, più economica e tanto, tanto Pop Art. Tanto di moda all’epoca.
Storia dell’arte, punto.

Il capo militare della rivoluzione cubana fu Camillo Cienfuegos, non comunista, cattolico, patriota amato dalla gente e sparito (ovviamente?) in un misterioso incidente.
Il “Che”, allontanato da Cuba per dissidi con Castro e camerati, riuscì solo nell’impresa militare di far massacrare qualche centinaio di aspiranti guerriglieri boliviani, che ebbero la malaugurata idea di unirsi a lui e farsi condurre nella boscaglia più fitta senza attrezzature.
Ritornando a Cuba, a sentire gli anziani di Buena Vista Social Club, le cose andavano meglio prima. Chissà quando gli storici prenderanno visione del film documentario di Wenders e dell’allegata ricerca etnografica di Ry Cooder.
El Che?  Se non c’era dovevano inventarlo.
Chi?   Boh.

2 Risposte a “Comandante Che Guevara, detto l’ Ernesto”

  1. antonio demata ottobre 5, 2007 a 1:08 PM #

    Concordo.

  2. Rosario Veranti ottobre 5, 2007 a 6:55 am #

    Il Che, per quel che ne so, fu responsabile di ammazzamenti immotivati. In sostanza era un criminale. Ebbe la fortuna (si fa per dire) di essere a sua volta ammazzato e Feltrinelli ebbe la trovata del poster con la sua immagune (opportunamente ritoccata.) E coasi` il Che divenne un eroe. Se fosse morto di vecchiaia (ipotesi improbabile con Castro concorrente al potere), sarebbe rimasto quel che era:un criminale. Che ` e` poi il destino che attende Castro tra non molto.

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: