Appello per i blogger italiani

21 Giu

L’11 luglio prossimo la Corte d’Appello di Bengasi (Libia) deciderà delle vita e della morte di  6 persone, che la comunità scientifica internazionale ritiene innocenti.

L’appello, firmato tra gli altri da Robert Gallo e Luc Montagnier, è stato pubblicato sulla rivista americana Science ed è relativo a lle condanne per un’epidemia di Aids tra i bambini dell’ospedale Al-Fateh di Bengasi è iniziata nel 1997  prima che gli accusati, un medico palestinese e cinque infermiere
bulgare, entrassero in Libia.

Da otto anni in carcere in Libia, questi innocenti sono accusati di aver deliberatamente infettato con il virus Hiv dell’Aids circa 450 bambini presso l’ospedale Bengasi e farebbero parte di una cospirazione internazionale volta a destabilizzare la Libia, secondo lo stesso Gheddafi che è il loro primo accusatore.

La vicenda è tutt’altro che chiara ed il tribunale che ha ordinato anche un’inchiesta internazionale, affidandola al francese Luc Montagnier e all’italiano Vittorio Colizzi, senza poi voler prendere in
esame i risultati di questa indagine, affermando che “una commissione nazionale é assolutamente all’altezza”.

Ci sono, viceversa, molti indizi che indicano il riutilizzo di siringhe infette come la causa dell’epidemia e la difesa ha contestato la presenza nella commissione libica di un membro proprio del Ministero della Sanità, che era responsabile della situazione igienico-sanitaria degli ospedali libici.
Le famiglie chiedono indennizzi per 4500 milioni di Euro.

La New York Academy of Science, la Federazione europea delle accademie di medicina, le riviste Nature e Science, e una costellazione di gruppi e singole persone in tutto il mondo si sono mobilitate: liberateli, perché sono innocenti.

E noi?

dall’ANSA dell’11 luglio …
La Corte suprema libica ha confermato oggi la pena di morte per le 5 infermiere e il medico bulgari, accusati di aver inoculato l’Aids in centinaia di bambini libici.

Fortunatamente … la Fondazione Gheddafi ha ottenuto dall’UE congrui risarcimenti per le famiglie delle vittime e la condanna a morte potrebbe essere commutata nel carcere da scontare in Bulgaria.

Gheddafi, un dittatore come pochi altri  …

2 Risposte a “Appello per i blogger italiani”

  1. Antonio Cracas giugno 21, 2007 a 9:36 am #

    Caro Demata,
    ho paura che con il Governo libico ci sia poco da discutere, tuttavia si potrebbe creare un’immagine da pubblicare su ogni blog per informare chi ci legge. Io personalmente non ho seguito la vicenda, ho appreso la notizia da questo tuo post. Fammi sapere.
    Ciao
    Antonio

  2. demata giugno 21, 2007 a 7:29 PM #

    In Italia il blog di Riferimento” è http://salviamoisei.blogspot.com/
    In inglese, potete visitare il blog di un reporter di Nature:
    http://declanbutler.info/blog/
    Potete vedere su google il video http://video.google.com/videoplay?docid=5182317638126553942&q=injection+libya&hl=en
    mentre in lingua spagnola
    E troverete molte pagine in spagnolo come:
    http://cienciaylejos.blogspot.com/2006/09/los-seid-de-trpoli-cuando-poltica-y.html
    Quanto al Governo Libico, tutta la questione sta nella pretesa che sia la Bulgaria a risarcire le famiglie dei bambini …

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: